I 5 PUNTI PER AVERE:

 SUCCESSO PERSONALE, CREARE IL CAMBIAMENTO E AVERE DI PIU’ NELLA PROPRIA VITA

Un percorso in cinque punti che ti porta a riconoscere te stesso apportando dei cambiamenti, potenziandoti ad avere più scelta, più possibilità, andando oltre ai giudizi, al trauma e dramma della vita odierna e, facendolo per te, avrai successo anche con gli altri. Alcuni punti che andremo a trattare sono: stare nella domanda, chiedere e ricevere. Interessato o interessante, essere nella gratitudine, sorridere e permettere il fluire dell’abbondanza in genere, anche dei soldi modificando degli atteggiamenti e il rapporto che hai con il denaro. Avere più informazioni del dialogo con il proprio corpo.

ACCETTARSI e riconoscere le proprie potenzialità e capacità

Il processo di cambiamento è proprio questo: abbandonare il desiderio di voler essere qualcosa di diverso da ciò che si è, accettando di esserlo; solo a questo punto si sperimenta il cambiamento.

Si tratta di riconoscere ciò che al momento presi dal trauma e dramma ci sfugge in questa realtà e riconoscendolo possiamo modificarlo.

Una volta che hai accettato di non giudicarti potrai vedere e percepire le persone in altro modo.

Senza giudicarsi sbagliati nel non accordarci o allinearci con il modo di vedere degli altri.

E’ solo il punto di vista di chi ci circonda che è  dettato dalle loro esperienze personali, dai loro anni di giudizi, limiti, condizionamenti.

 

STARE NELLA DOMANDA, CHIEDERE, RICEVERE. INTERESSATO O INTERESSANTE

Imparare a ricevere, ci hanno insegnato sempre a dare.

Quante volte sei stato nel dare, dare e poi ti sei sentito svuotato, perché stavi nell’aspettativa del ricevere? Non funziona così, sennò ne saresti già fuori!

Ricevere incondizionato non viene dall’aspettativa ad esempio: Io faccio una cosa per te e allora tu ne devi fare una per me dato che ci è stato insegnato fin da piccoli. Tutto ciò è dettato dall’obbligo e non dalla cura amorevole del ricevere con il puro piacere di farlo; quando ti fanno un regalo te ne rendi conto se fatto dall’obbligo o con piacere. Va bene dare, ma deve esserci un equilibrio anche nel ricevere.

Stare nella domanda permette a tutto ciò che si potrebbe mostrare di portarsi in esistenza in una modalità inaspettata totalmente irrazionale. Vivere nella domanda ti dà la possibilità che si creino situazioni diverse dalle aspettative create dal giudizio e dalla conclusione.

INTERESSATO O INTERESSANTE

Tutti noi desideriamo essere RICONOSCIUTI e tendiamo a renderci interessanti verso l’altro, anche l’altro fa lo stesso. Ricordi molto volentieri qualcuno che ti sa ascoltare, che vuole sapere come stai e che non dimentica i tuoi discorsi.

La persona che ci sta di fronte desidera essere riconosciuta come lo vorremmo noi. E’ qui che non ci rendiamo interessanti, dato che, spesso tendiamo a non ascoltare le loro esigenze, credendo che noi siano più importanti ci dimentichiamo che nessuno vuole intorno persone che pensano esclusivamente a loro stesse.

Riconoscere le persone e interessarti a loro: è questo il punto di forza che ci rende nell’essere interessanti!

Nella vita in genere o negli affari, cerca sempre di essere interessato, vale a dire incuriosito, piuttosto che cercare di essere interessante, e prima di dire quello che fai, costruisci il rapporto personale, fai domande, di cosa si occupa, cosa gli piacerebbe fare.

Non esiste mai una seconda occasione per fare una buona prima impressione … 

 

DOMANDE CHE SI POSSONO FARE per avere maggiore consapevolezza

• Cosa posso fare oggi di diverso che non ho nemmeno mai considerato?
• Cosa posso creare oggi che sia facile, divertente, gioioso?
• Quali fantastiche avventure avrò oggi?
• Come posso generare, istituire e creare qualcosa di diverso che mi faccia avere facilità nel farlo?
• Come sarebbe se tutto fosse possibile e nulla di impossibile?
• Come sarebbe riconoscere il valore di me?
• Come sarebbe fare la scelta dell’esigenza di cambiare tutto a mio vantaggio?
• Cosa posso aggiungere oggi alla mia vita che se lo facessi cambierebbe tutta la mia realtà?

 

 

SCELTA – POSSIBILITA’ – CAMBIAMENTO

La scelta del Cambiamento solo noi possiamo farla, spesso ci sentiamo di essere nell’effetto delle scelte altrui, anche quella è una scelta! Tutto è una scelta.

Quando facciamo una scelta essa genera un cambiamento che avviene se non ci accordiamo e allineiamo con la scelta di qualcun altro.

Cosa saresti disposto a fare se sapessi che non puoi sbagliare niente?

I 4 elementi per realizzare cambiamenti nella tua vita e nel lavoro sono:

Domanda, esigenza, scelta e contributo

Domanda: apre la porta a una possibilità più grande.

Esigenza: esprimere ciò che si desidera e richiederlo, così si crea l’energia generativa che porta in esistenza quella data cosa.

Scelta: fare la scelta di ogni cosa, che sia possibile sapendo che puoi modificarla in ogni momento.

Contributo: è il risultato finale fatto dalla scelta di un cambiamento che crea una possibilità diversa. 

 

 

RINGRAZIARE – SORRIDERE

Saper provare gratitudine per tutto ciò che abbiamo avuto, che abbiamo e che avremo, è come una bacchetta magica nella vita che la fa apprezzare ancora di più.

Il ringraziamento è anche onorare noi stessi per le persone che siamo, la vibrazione si innalza quando siamo nel ringraziamento.

Grazie esprime gratitudine per ciò che ci sta arrivando, è quello spazio che ci predispone ad accogliere al meglio ciò che abbiamo e essere felici per ciò che ci è arrivato.

Il ringraziamento è la vibrazione più pura che oggi esista sul pianeta.

“Grazie” è un abbraccio tramutato in parole.

Il valore di un sorriso non ha confini, non ha eguali.

Con la sua energia è in grado di modificare all’istante una situazione, un atteggiamento: arricchisce chi lo riceve senza impoverire chi lo dona. Un sorriso può donare sollievo e coraggio. Ognuno di noi necessita di un sorriso, a maggior ragione chi non è in grado di donarlo. Può durare solo un breve istante , ma il suo ricordo è duraturo.

 

SOLDI

Avere strumenti che ci permettono di vedere chiaramente il tipo di rapporto che hai con il denaro.

Strumenti utili:

  • Metti da parte il 10%, per onorarti.
  • Porta sempre con te del denaro e oro, senza spenderli.
  • Non giudicarti se non hai soldi, chiediti se questo giudizio ti appartiene, se è di qualcun altro o di qualcos’altro, spesso ci viene inculcato dalle religioni, dalla famiglia avendo giudizi e punti di vista limitanti.
  • Come tratti il denaro, come lo percepisci, fai alcune azioni che ti aiutano nell’abbondanza

 

CORPO

Il corpo comunica con noi in ogni momento. Dialogare con il proprio corpo ci porta a consapevolizzare che esso ci manifesta dei segnali sottoforma di disagio.

Leggerezza o pesantezza, tutto ciò che ci fa sorridere è leggerezza, tutto ciò che ci incupisce, infastidisce, il nostro corpo ce lo manifesta.

In questa realtà non ci hanno insegnato ad ascoltarci.

PROGRAMMA CORSO

DURATA: 6 MESI (le lezioni si terranno nel weekend)

Saranno rilasciati crediti ECP APEC – Corsi inseriti all’interno del sistema di HOLISTICA CEPRAO – Coordinamento Europeo – per professionisti della relazione di Aiuto e Olistici.

1° LIVELLO (durata 1 giorno – 8 ore)

2°LIVELLO (durata 6 giorni – 36 ore)

3° LIVELLO (durata 2 giorni – 16 ore)

PREREQUISITI

1° LIVELLO – NESSUNO

2° LIVELLO – frequentato 1° LIVELLO

3° LIVELLO – frequentato 1° e 2° LIVELLO

ATTESTATO

ATTESTATO DI PARTECIPAZIONE

DOCENTE

LUCIA DI MARIA

N. MINIMO

4

PER PARTECIPARE AL PROSSIMO CORSO CLICCA QUI!

Tutto ciò che viene detto e descritto NON sostituisce il medico e ne sostiene di esserlo in nessun modo, e in nessun modo il trattamento energetico e le informazioni date possono essere considerate una terapia nel senso comune del termine. In nessun caso è consigliato ridurre o sospendere le terapie mediche che si stanno già seguendo. Non si garantiscono risultati specifici. Non vengono in nessun caso dati consigli sul proprio stato fisico, diagnosi o prescrizioni di alcun tipo. Si consiglia sempre di consultare un medico qualificato per prendersi cura del proprio stato fisico. Ogni individuo è responsabile per sé stesso e per le proprie cure mediche. Al principio di ogni trattamento viene fatta compilare debita domanda di ammissione in associazione che ne regolamenta la disciplina Professionale, disciplinata ai sensi della legge n.4/2013.