COMITATO TECNICO SCIENTIFICO

C.T.S – Struttura Tecnico Scientifica per la formazione continua degli Associati A.P.E.C.

Il Comitato Tecnico Scientifico è un organo di assistenza e consulenza tecnico scientifica di Apec associazione professionale 4/2013. È costituito da rappresentanti che esprimono pareri su argomenti e progetti formativi, valutano e approvano ciò che viene loro sottoposto ai fini dell’iscrizione negli albi professionali di APEC, tramite documentazione, dal Consiglio Direttivo e dal Presidente.

Ai fini dell’aggiornamento della propria preparazione professionale permanente sono istituite iniziative formative riguardanti la materia della Professionalità, della crescita personale per l’Educazione Continua dei Professionisti iscritti ( ECP ), validi anche ai fini del mantenimento dell’iscrizione nel registro.

È obbligo dei Soci in base alla legge 4/2013 il continuo aggiornamento della loro preparazione attraverso studi, approfondimenti delle conoscenze con la frequenza di corsi e stage.  Ogni anno tutti i soci professionisti sono tenuti ad accumulare 50 crediti formativi partecipando alle iniziative promosse dall’associazione stessa.

Il Comitato Tecnico Scientifico è composto da tre componenti di comprovata esperienza e professionalità scelti secondo i parametri e con le modalità stabilite dal Consiglio Direttivo.

I componenti del CTS sono nominati dal Consiglio Direttivo. Al proprio interno viene nominato un Presidente che avrà il compito di coadiuvare il Comitato nelle varie attività e fare da tramite nelle decisioni tra lo stesso e il Consiglio Direttivo.

  1. Il Comitato Tecnico Scientifico definisce quali sono le attività riconosciute ai fini della formazione e dell’aggiornamento (Convegni, Seminari, Stage, Nazionali e/o Regionali, etc.). Ad ogni attività formativa e di aggiornamento riconosciuta il CTS attribuirà specifici Crediti formativi. Ogni attività riconosciuta potrà prevedere differenti prove e valutazioni sui contenuti pratici e teorici proposti. È previsto, inoltre, un numero congruo di ore da svolgersi in modalità FAD (formazione a distanza), permettendo al socio-professionista di adempiere comunque all’obbligo formativo.
  2. Propone i profili e i piani formativi delle diverse discipline.
  3. Elabora i criteri di valutazione nei percorsi formativi e nei programmi di aggiornamento degli enti di formazione
  4. Definisce i requisiti per l’iscrizione nei Registri degli operatori e dei professionisti e negli enti di formazione
  5. Valuta le competenze professionali dei richiedenti e, se ci sono i requisiti, ne approva l’iscrizione al relativo albo
  6. Il Comitato Tecnico Scientifico è così composto:
  7. 1 Responsabile
  8. 2 professionisti formatori o presidenti di strutture analoghe ad APEC o di altri Enti.
  9. I membri del Comitato Tecnico Scientifico restano in carica 4 anni e possono essere confermati una sola volta consecutivamente.
  10. Il Responsabile può invitare alle riunioni del Comitato il Presidente dell’associazione o il suo vice.
  11. Ai membri del Comitato Tecnico Scientifico può essere corrisposto il solo rimborso spese.
  12. Le discipline attualmente presenti in APEC sono:

Access Consciousness – Anima-L Wellness – Biodanza – Bionaturopatia – Campane tibetane – Cinofilia etico bionaturale – Coach (digital, life e mental) – Cristalloterapia – Danza creativa – Essenze floreali – Massaggio olistico benessere – Pranopratica – Reiki – Registri akashici – Riequilibrio energetico vertebrale – Riflessologia – Tecniche manuali olistiche

Tutto ciò che viene detto e descritto NON sostituisce il medico e ne sostiene di esserlo in nessun modo, e in nessun modo il trattamento energetico e le informazioni date possono essere considerate una terapia nel senso comune del termine. In nessun caso è consigliato ridurre o sospendere le terapie mediche che si stanno già seguendo. Non si garantiscono risultati specifici. Non vengono in nessun caso dati consigli sul proprio stato fisico, diagnosi o prescrizioni di alcun tipo. Si consiglia sempre di consultare un medico qualificato per prendersi cura del proprio stato fisico. Ogni individuo è responsabile per sé stesso e per le proprie cure mediche. Al principio di ogni trattamento viene fatta compilare debita domanda di ammissione in associazione che ne regolamenta la disciplina Professionale, disciplinata ai sensi della legge n.4/2013.